Villafranca Tirrena (Me), rischiano di perdere il lavoro e si incatenano ai cancelli dell’azienda

Succede a Villafranca Tirrena, presso l’azienda Telcom, che produce serbatoi e altri manufatti plastica, con sede centrale a Ostuni (Brindisi). In questo stabilimento sono impiegati 18 lavoratori che stamane hanno dato vita a una protesta, incatenandosi ai cancelli, in modo da bloccare le merci in ingresso e uscita proprio mentre l’azienda cercava di spostare alcuni macchinari di lavorazione fuori dal sito produttivo. “Lo stato di agitazione – spiega Stefano Trimboli, segretario provinciale della Femca Cisl- si protrarrà sino a quando i vertici aziendali non daranno segnali certi per il prosieguo dell’attività nel sito messinese“. Il personale dell’impianto di Villafranca è al momento in cassa integrazione speciale che scadrà il 30 aprile, e secondo Trimboli l’impresa “rimanda le decisioni e il confronto con i lavoratori e i sindacati in merito al futuro dell’azienda“.