Vibo Valentia: la provincia aderisce alla settimana nazionale della Cultura e organizza percorsi guidati

Far conoscere il patrimonio culturale del Vibonese. Riscoprire tradizioni usi e costumi di un tempo. Accompagnare i cittadini in luoghi da riscoprire e valorizzare. Costruire, attraverso percorsi guidati, un’identità territoriale. Questi gli obiettivi cardine del progetto La cultura del territorio: patrimonio dei cittadini, promosso dall’assessore alla Cultura della provincia di Vibo Valentia Rosa Valenzisi.
«Con questa iniziativa, avviata d’intesa con il presidente Francesco De Nisi, intendiamo far conoscere al meglio alcune significative realtà culturali della provincia vibonese – ha spiegato l’assessore -. A tal fine, metteremo a disposizione di cittadini e turisti documenti storici e fotografici che saranno adeguatamente illustrati da esperti del settore. Il nostro vuole essere un primo passo – ha concluso Valenzisi – per avviare un percorso di crescita socio-culturale e far emergere e valorizzare il patrimonio artistico, architettonico e archeologico che il nostro territorio possiede».
Tra il 14 e il 22 di aprile sarà, dunque, possibile visitare in provincia di Vibo Valentia la chiesa di Santa Ruba a San Gregorio d’Ippona, i ruderi del convento di Soreto a Dinami e la Cattedrale di Tropea. Siti nei quali saranno presenti, tra gli altri, Francesco Luzza e Carmelo Tavella, del dipartimento provinciale Cultura che, insieme a Antonio Maida, dell’assessorato provinciale alla Cultura, hanno curato il progetto.
L’iniziativa si inserisce nella Settimana nazionale della cultura indetta dal Ministero dei Beni e le Attività culturali per trasmettere ai cittadini e ai turisti che vi partecipano l’amore per l’arte e promuovere nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza del patrimonio italiano. Lo slogan della manifestazione è, in questo senso, assai eloquente: La cultura è di tutti: partecipa anche tu.