Vertenza operai Gesip, lunedì di nuovo in piazza

Un nuovo sit-in di lavoratori è in programma per lunedì. E’ ancora incerta, infatti, la situazione della Gesip, la società di servizi del Comune di Palermo.  Resta l’incertezza sul contributo di 10 milioni di euro che la Regione siciliana si era detta disponibile a stanziare per prorogare il contratto di servizio che scade oggi fino a giugno. Uno stanziamento che non ha ancora ottenuto il via libera da Roma. “Ora piu’ che mai – spiega Salvo Barone, segretario generale del sindacato A.Si.A., che ha promosso il sit-in di lunedi’ prossimo – serve una forte unione tra i sindacati perche’ difendere il futuro di oltre 1.800 lavoratori e delle loro famiglie ha la priorita’ su tutto, soprattutto sui singoli risentimenti. Lunedi’ mattina chiederemo un incontro al prefetto affinche’ si attivi: ad oggi non ci e’ pervenuta alcuna ordinanza, quindi ufficialmente da domenica 22 siamo in ferie forzate, senza lavoro“. “A questo punto, nonostante i buoni propositi e l’impegno messo in campo dal presidente Lombardo nei giorni scorsi – conclude il leader sindacale, il prefetto e’ l’unica autorita’ che puo’ intervenire a salvaguardia del nostro posto di lavoro e dei servizi utili forniti alla citta’ di Palermo. Davanti all’immobilismo di Roma e alle problematiche a noi sconosciute venute fuori in qualche ministero, chiediamo un intervento deciso del prefetto stesso”. Gli operai, dunque, si raduneranno lunedì a partire dalle 9.30 davanti la prefettura, in via Cavour a Palermo.