Trapani. Arrestata 55enne con i suoi 4 figli. Hanno picchiato una donna perchè voleva smettere di prostituirsi

Da quando i suoi due figlioletti erano ritornati a vivere con lei dopo essere stati ricoverati, su disposizione della magistratura, in un istituto, aveva deciso di smettere di prostituirsi.La decisione però non stava bene alla sua sfruttatrice, che ha quindi organizzato una spedizione punitiva, spalleggiata dai suoi familiari.

In sei – all’alba di oggi – sono stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip Antonio Cavasino ed eseguita dagli agenti della Squadra mobile.
In carcere sono finiti Maria Grammatico, 55 anni, arrestata con i figli Paola Veronica Mannone, 26; Salvatore, 29; Loredana, 33. Per un quarto figlio, Alessandro Francesco, 21, e’ stato disposto l’obbligo di dimora. Custodia cautelare in carcere al marito di Veronica, Giuseppe Cusenza, 31, e a Davide Mannone, 29.  Quest’ultimo non è legato da alcun vincolo di parentela con gli altri.

Il blitz nell’abitazione – nel popolare Rione Sant’Alberto – della donna che non voleva più esercitare il mestiere più antico del mondo  è scattato lo scorso 16 marzo. Gli indagati hanno fatto irruzione nell’appartamento dopo aver dato fuoco alla porta d’ingresso. Nell’immobile oltre alla donna, erano presenti il marito e i due figli minorenni.  Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Salvatore Mannone,  armato di fucile ad aria compressa, avrebbe esploso un colpo, raggiungendo all’occhio sinistro il marito dell’ex prostituta.  Maria Grammatico, invece, gli avrebbe sferrato una coltellata al braccio sinistro.
Per sfuggire agli aggressori l’uomo è stato costretto a nascondersi, dopo essere fuggito dall’appartamento, in un cassonetto della spazzatura. Il ferito, dopo aver ricevuto una prima assistenza al pronto soccorso del Sant’Antonio Abate, è stato trasferito al Civico di Palermo. Rischia di perdere un occhio. Bastonate, calci e pugni, invece, contro la donna.  Anche lei è finita in ospedale, assieme ad uno dei suoi figli. L’altro, invece, è scappato dall’abitazione, calandosi da un palo della pubblica illuminazione.