Sicilia, sanità: presentato il rapporto regionale Audit civico

E’ stato presentato il primo rapporto di Audit Civico realizzato da Cittadinanza attiva su input dell’assessorato. ”La presentazione del rapporto regionale di Audit civico e’ il completamento di un percorso rivoluzionario, iniziato con la legge di riforma, che ha davvero messo il paziente al centro del sistema sanitario. Ai cittadini abbiamo dato gli strumenti per esercitare il loro diritto-dovere di giudicare il lavoro di tutte le aziende sanitarie perche’ vogliamo promuovere la cultura dei diritti e dei doveri in grado di spazzare via quella sottocultura mafiosa che, per troppo tempo, ha imperato in Sicilia che prevede il baratto dei diritti con i favori”. Lo ha detto l’assessore regionale siciliano per la Salute, Massimo Russo. ”Gia’ nella legge di riforma – ha proseguito Russo – avevamo previsto l’istituzione dei comitati consultivi aziendali, l’anno scorso abbiamo chiesto a Cittadinanzattiva, che rappresenta autorevolmente la categoria degli utenti, di redigere un rapporto che misurasse il gradimento degli utenti sulla qualita’ delle prestazioni sanitarie erogate. Abbiamo voluto tutto cio’ pur sapendo che in alcuni casi i risultati del rapporto sarebbero stati insufficienti ma e’ questo l’unico modo di fare crescere il sistema: saper ascoltare gli utenti e lavorare per migliorare le cose che non vanno. Per dare maggiore peso a questa iniziativa mi impegno a sottoscrivere la direttiva per le azioni correttive, da loro rilevate in sede di Audit, per ridurre le criticita’ ancora presenti. Non e’ un caso che il miglioramento della qualita’ e’ uno degli obiettivi previsti per il 2012 sui quali valuteremo l’operato dei direttori generali.”.