Sicilia, Lombardo: “possibili elezioni regionali in autunno”

Tra l’8 e il 10 maggio, state certi, non ci saranno ne’ passi avanti ne’ passi indietro”. Lo afferma il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, in relazione a eventuali sue dimissioni il 9 maggio prossimo, quando a Catania si aprira’ l’udienza preliminare per decidere sul rinvio a giudizio suo e del fratello Angelo, parlamentare del Mpa, per concorso esterno in associazione e voto di scambio aggravato. ”E’ possibile che si vada a votare in autunno se per le Politiche si vota nella prossima primavera. Se invece – conclude il governatore – il quadro politico nazionale dovesse deteriorarsi e fare saltare il governo e quindi votare ad ottobre, in questo caso voteremmo sei mesi dopo, noi”.