Sicilia, finanziaria. Ecco tutti i dettagli

Come abbiamo già anticipato, è una manovra caratterizzata da tagli. Ecco i dettagli della finanziaria approvata oggi all’Assemblea regionale siciliana. Nessuno ne esce indenne, ex Tabella H e trasporti compresi . Ma non mancano le norme per lo sviluppo come e quelle in risposta alle richieste del movimento dei ‘Forconi’. Partiamo dai contratti del personale della Regione per il quale viene introdotta la mobilita’ interna obbligatoria. Passano gli aumenti sui rinnovi contrattuali del personale dirigenziale nei limiti dell’1,5% per il biennio 2006-2007, e dell’1% per il biennio 2008/2009. Mentre il trattamento economico degli alti dirigenti di societa’ ed enti controllati e partecipati dalla Regione non potra’ essere superiore al 50% degli emolumenti dei dirigenti generali della stessa amministrazione regionale Per i contratti dei dipendenti con incarichi non dirigenziali, l’aumento e’ stabilito entro il limite del 2%. Per il pagamento degli arretrati, secondo i contratti collettivi, la Regione sborsera’ circa 26 milioni di euro da corrispondere in quattro rate annuali e senza interessi. Sempre sul fronte dell’amministrazione, verra’ rimodulata l’Aran (non piu’ soppressa) che avra’ un budget di soli 300 mila euro, saranno soppressi, invece, vari enti, tra cui l’Agenzia per l’impiego ma anche il dipartimento Foreste che viene assorbito dal comando del Corpo forestale. C’e’ poi il via libera ai Comuni per stabilizzare i precari, la riduzione del 10% alle indennita’ degli assessori tecnici e del 30% per i loro collaboratori. Ma anche il passaggio dei dipendenti della Fiera del Mediterraneo di Palermo nella Resais. Rimangono i consorzi di ripopolamento ittico che vengono pero’ commissariati per riorganizzarli con la previsione di liquidarne alcuni.