Sicilia: aperto al traffico nuovo tratto della statale 640 “Agrigento-Caltanissetta”

L’Anas ha aperto oggi al traffico un nuovo tratto a doppia carreggiata di 9,5 km del 1° lotto della strada statale 640 “Agrigento-Caltanissetta”, compreso tra il km 9,8 e il km 44,4 (7 km nella tratta finale e 2,5 km lungo il resto del tracciato), che si aggiunge a un primo tratto di circa 3 km aperto lo scorso novembre 2011, e ha avviato i lavori del 2° lotto, nel territorio della provincia di Caltanissetta e parte in quello di Enna, per una lunghezza di circa 28 km, dal km 44,400 allo svincolo con l’autostrada A19 Palermo-Catania. Alla cerimonia hanno partecipato, l’Onorevole Angelino Alfano, il Senatore Giuseppe Lumia, l’Assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilita’, Pier Carmelo Russo, il Commissario Straordinario della Provincia di Caltanisetta, Damiano Li Vecchi, il Sindaco del Comune di Caltanisetta, Michele Campisi, l’Amministratore delegato di CMC, Dario Foschini e l’Amministratore unico di Anas Pietro Ciucci. “La strada statale 640 – ha affermato l’Amministratore Unico dell’Anas, Pietro Ciucci – riveste una particolare valenza strategica in quanto da un lato assicura la connessione del territorio centro-meridionale della Sicilia all’anello delle principali infrastrutture stradali e dall’altro assicura il collegamento tra porti di interesse nazionale e regionale quali Porto Empedocle, Palermo e Catania”. “Il ruolo che l’infrastruttura svolge per lo sviluppo economico della zona – ha proseguito Pietro Ciucci -, e’ pertanto di fondamentale importanza sia in relazione agli scambi commerciali tra i comuni della Sicilia meridionale ricadenti nelle province di Agrigento, Caltanissetta e Enna e con l’intero territorio regionale e nazionale (tramite l’Autostrada Palermo-Catania, il porto di Catania e lo stretto di Messina), sia in quanto collegamento a importanti centri di attrazione turistica di valenza internazionale (Valle dei Templi, zone balneari dell’Agrigentino) con la restante viabilita’ principale e con gli aeroporti di Catania e di Palermo”.