Ruvo di Puglia (Ba), rapina: è caccia agli assassini

E’ caccia agli assassini di Giuseppe Di Terlizzi, il salumiere di 40 anni ammazzato ieri sera a Ruvo di Puglia nel corso di una rapina. I carabinieri stanno esaminando i filmati delle telecamere di sorveglianza che potrebbero fornire elementi preziosi per ricostruire l’agguato mortale. Dentro la salumeria in corso Piave a due passi dall’ospedale i militari hanno trovato anche una pistola di piccolo calibro, ora sequestrata e sottoposta ad accertamenti balistici. Bisognerà accertare se è stata proprio quell’arma ad uccidere con un colpo al viso il commerciante. Sul pavimento i carabinieri della sezione scientifica hanno trovato soltanto un bossolo. Questa mattina i carabinieri sono tornati nel locale alla ricerca di tracce e impronte dei rapinatori. Ieri sera, dopo le 21.30, erano in quattro, incappucciati e armati. Hanno ‘sradicato’ il registratore di cassa con soli 300 euro e prima di fuggire hanno aperto il fuoco. Il commerciante aveva appena finito di fare i conti della giornata, dopo aver salutato una dipendente. Dentro il negozio c’erano anche due clienti. Poi l’assalto e la tragica fine. I banditi si sono dileguati a piedi lungo le stradine del paese: una pattuglia di vigili urbani li ha visti allontanarsi. Il corpo di Di Terlizzi è stato trasportato all’istituto di Medicina legale del Policlinico di Bari, a disposizione della magistratura. Con molta probabilità l’autopsia, decisa dal pm Bruna Manganelli, sarà eseguita lunedì, dal professore Alessandro Dell’Erba.