Reggio: violenza e rapina a prostitute, arrestati 3 giovani

Nella serata di ieri, personale della 2^ Sezione “Criminalità Straniera e Prostituzione”, di questa Squadra Mobile, collaborato da personale dei Commissariati di P.S. di Palmi e Gioia Tauro, ha dato esecuzione al Fermo di Indiziato di Delitto, emesso dal Sost. Procuratore della Repubblica del Tribunale di Reggio Calabria, nell’ambito del Procedimento Penale n. 1807/2012 R.G.N.R., a conclusione di un’articolata attività di indagine condotta da quest’Ufficio, nei confronti dei sotto indicati soggetti:

1.    BELCASTRO Salvatore, nato a Gioia Tauro (RC) il 08/02/1990  pregiudicato;
2.    CARMELITANO Luigi, nato a Palmi, il 06/05/1993 ;
3.    ARCURI Giuseppe, nato a Palmi (RC) il 09/03/1993,

I predetti, sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro e con soggetti ignoti, del reato di violenza sessuale di gruppo, nei confronti di PILYUTINA Svitlana e di rapina nei confronti della predetta e di GIRALDO BEDOYA Maria Elena, entrambe prostitute.

Si rappresenta che le donne, in data 11 dicembre 2011, si trovavano all’interno di un b&b di questo Centro, denominato “La casa del cuore”, quando gli indagati, unitamente ad altri soggetti allo stato ignoti, dopo essersi introdotti all’interno dell’appartamento de quo, abusavano sessualmente sotto la minaccia di un coltello, della PILYUTINA, inducendola a subire ripetuti atti sessuali.

Al termine della violenza, gli indagati si impossessavano di somme di denaro consistenti in circa € 1.800,00 e di svariati oggetti appartenenti alle due donne.

Si rappresenta che BELCASTRO è stato tratto in arresto nella Stazione FS di Rosarno (RC), subito dopo essere sceso da un treno proveniente da Ventimiglia. Gli altri due complici, sono stati tratti in arresto mentre si trovavano nel territorio di Palmi.

Dopo le formalità di rito, gli indagati, sono stati associati alla Casa Circondariale di Palmi, a disposizione dell’A.G. competente.