Reggio: nota di Energia Pulita sull’aggressione omofoba

Di seguito la nota diffusa da Energia Pulita: Pensavamo che in una città che ambisce ad essere un’area metropolitana anche il modo di pensare potesse ormai andare “oltre”. Oltre gli stereotipi, oltre gli equivoci, oltre quegli steccati che per decenni ci hanno fatto pensare male anche di noi stessi, costringendoci in tempi e luoghi che ci stanno davvero stretti.
Pensavamo male, purtroppo.
Perché se il rifiuto abietto della diversità porta dei giovani ad aggredire un loro coetaneo per il suo essere omosessuale, forse c’è ancora molto da fare in questo territorio, prima di pensare al suo futuro in termini di grandezza.
“Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo guardare alle cose sempre da angolazioni diverse” recitava Robin Williams in “L’attimo fuggente”. Ma forse è troppo pretendere una benché minima sensibilità da giovani come quelli che hanno aggredito Claudio Toscano nelle scorse ore. E’ pur vero però che finché siamo qui, non dobbiamo lasciare nulla di intentato, a partire dal quotidiano contrasto ad ogni forma di illegalità e dalla diffusione di una cultura della differenza che parta da un rispetto incondizionato dell’Altro. Un Altro che non può e non deve essere visto come una minaccia alla propria identità.
Il triste ed inqualificabile atto di violenza subito da Claudio ha sbattuto ancora una volta la nostra città sulle prime pagine delle cronache nazionali, offrendo spunti di riflessione che hanno però messo assieme, dalla stessa parte, rappresentanti di generazioni differenti ed esponenti politici di diversi schieramenti.
E’ perciò da questo episodio che, senza indugio, dovrebbe ripartire, poiché già avviato, il dialogo con le istituzioni locali per una diffusione capillare della cultura della tolleranza e del rispetto.