Reggio: Gdf scopre evasione di nota pasticceria del centro

Appariva formalmente in regola con l’Erario e la Previdenza il bar-pasticceria del centro cittadino di Reggio Calabria, che rilasciava puntualmente lo scontrino fiscale ai clienti, poi pero’ evitava di darne conto al Fisco, non versando all’Erario alcuna imposta. L’insospettabile pasticciere, tuttavia, non e’ riuscito ad ingannare i Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Reggio Calabria, i quali, nell’ambito della costante attivita’ di controllo economico del territorio, hanno sottoposto a verifica l’esercizio commerciale, rilevando, per le sole annualita’ 2010 e 2011, ricavi sottratti a tassazione per oltre 400.000,00 Euro e violazioni all’IVA per oltre 40.000,00 Euro. Nel corso dell’ispezione e’ stato, altresi’, scoperto l’impiego di 3 lavoratori “in nero”, due dei quali adibiti al laboratorio ed il terzo impiegato con mansioni di barman. A carico del titolare dell’esercizio sono scattate, quindi, le maxi sanzioni nella misura di 340.000,00 Euro.