Reggio, gay aggredito: ospedale avvia procedura disciplinare per l’infermiere

E’ stato aperto ufficialmente il procedimento disciplinare nei confronti dell’infermiere che si e’ rivolto con frasi offensive all’omosessuale vittima di un’aggressione venerdi’ scorso a Reggio Calabria. Il consiglio direttivo degli ospedali Riuniti ha proceduto a nominare il relatore e attivare l’iter disciplinato dal regolamento interno sulla base del Dpr 221/50. Nei prossimi giorni l’infermiere ricevera’ una lettera di contestazione e potra’, entro venti giorni, difendersi. Intanto domani alle 21 l’Arcigay ha organizzato un sit-in al quale partecipera’ anche Claudio, il ragazzo aggredito. Il ventottenne ha denunciato di avere ricevuto un pugno sul naso intorno all’una di notte mentre, lo scorso venerdi’, si trovava sulla porta di un locale con i suoi amici. Tre persone, passando dapprima in auto, li hanno apostrofati con frasi offensive e poi uno di essi gli ha sferrato un pugno sul naso. Portato in ospedale, l’infermiere gli ha rivolto due frasi che lo hanno offeso. La prima e’ ”te la presento io una bella ragazza e vediamo” e la seconda ”ti porto da un bravo psicologo e vediamo”.