Reggio: cinque milioni di euro per interventi di edilizia scolastica

Martedì scorso nei locali della Scuola media “Vitrioli” si è tenuto l’incontro promosso dagli Assessori comunale alla Pubblica Istruzione Vincenzo Nociti e ai Lavori Pubblici Pasquale Morisani, con i dirigenti delle Istituzioni scolastiche beneficiarie dei finanziamenti relativi alla messa in sicurezza degli edifici scolastici reggini, nell’ambito della misura PON-FESR 2007. L’incontro è stata tenuto dalla dott.ssa  Annamaria Leuzzi dirigente Affari Internazionali del Miur e dal dott. Attilio Compagnoni, dell’ Assistenza tecnica Pon-Miur e ha visto la presenza anche dei dirigenti dei rispettivi settori comunali arch. Marcello Cammera e avv. Francesco Barreca.

L’obiettivo della riunione è stato quello di acquisire maggiori indicazioni operative relativamente all’iter procedurale della progettualità, creando altresì, tra le Istituzioni scolastiche e l’Ente Locale, i presupposti di confronto-chiarificazione delle rispettive competenze, propedeutici alla definizione dell’accordo, che nell’ambito della progettualità dovrà essere sottoscritto in tempi brevi.

Il Progetto Ministeriale, rientra nel più ampio Programma operativo Nazionale Fesr “Ambienti per l’Apprendimento” (asse II- qualità degli ambienti scolastici) e vedrà interessate le scuole: Pascoli-Ibico-Vitrioli, Carducci, Lombardo Radice-Catona, Gallico, Galluppi, Falcomatà, Padre Catanoso, De Amicis-Bolani, Telesio, Vittorino de Feltre, Gebbione-Bevacqua, Archi, Don Bosco.

Gli interventi previsti, per un importo complessivo di 5 Milioni di euro che andranno dunque a sostenere la visione positiva dell’edilizia scolastica reggina, prevedono interventi per il risparmio energetico (isolamento termico, impianto fotovoltaico, deposito rifiuti, risparmio ed efficientemente energetico, copertura verde, isolamento acustico esterno, isolamento acustico interno, centrale termica); interventi per la sicurezza e messa a norma degli impianti; interventi per l’attrattività degli edifici (spazi esterni e raccordi con il contesto urbano, trattamenti di superfici verticali ed orizzontali, segnaletica funzionale interna ed esterna, spazi interni arredi, impianto di condizionamento; interventi per l’accessibilità degli edifici (porte, arredi fissi, servizi igienici, infissi, scale, percorsi interni, ascensori, piattaforme elevatrice, servo scala, percorsi esterni, parcheggi; interventi su spazi per attrattività sportive, ricreative ed artistiche.

L’ammontare massimo dei finanziamenti a valere sulle risorse stanziate per i la realizzazione degli interventi che le istituzioni scolastiche possono ottenere è di 350 mila euro per le istituzioni di primo ciclo, 740 mila per quelle di secondo.

“L’incontro di martedì – ha affermato l’Assessore comunale all’Istruzione Vincenzo Nociti – è propedeutico all’attività che, sinergicamente, i due assessorati comunali porteranno avanti con i Dirigenti scolastici interessati. Siamo dinanzi ad un momento storico per gli edifici scolastici della nostra città: mai, infatti, ci si è trovati di fronte alla possibilità di attingere a finanziamenti così corposi, che daranno la possibilità di migliorare ed efficientare le strutture, aumentando soprattutto gli standard di sicurezza all’interno delle Scuole. Ritengo infatti fondamentale sottolineare che, una corretta formazione umana e culturale, non può passare da un ambiente scolastico di qualità che possa coniugare l’aspetto ergonomico con l’aspetto sociale e formativo. Ciò garantirà l’esecuzioni di lavori indispensabili, dunque, per valorizzare i plessi scolastici cittadini e le risorse  umane che in quei luoghi vi lavorano o vi maturano”.

“Questi finanziamenti ottenuti grazie alla continua interlocuzione del Governatore Giuseppe Scopelliti presso il Ministero delle Pubblica Istruzione, insieme a quelli già stanziati dalla Regione Calabria, permetteranno alle nostre scuole di compiere un salto di qualità sotto il livello strutturale e, anche tecnologico, che consentiranno agli studenti un percorso scolastico adeguato, al fine di garantire sicurezza e opportunità di studiare in ambienti consoni e privilegiati”.