“Caso Monasterace”: mercoledì una riunione dei sindaci della locride

Dopo la decisione del sindaco di Monasterace (Reggio Calabria) Maria Carmela Lanzetta di dimettersi a causa delle intimidazioni subite, mercoledi’ prossimo i sindaci della locride si riuniranno a Monasterace per esprimere solidarieta’ al primo cittadino, ma anche per puntare l’attenzione sulle criticita’ vissute dagli amministratori. Qualcuno ha addirittura ipotizzato una protesta eclatante, fino a ventilare dimissioni di massa, cio’ che e’ certo e’ che i sindaci sono pronti a a chiedere attenzione forte per il loro territorio. Come spiega all’Adnkronos il sindaco di Gerace, Giuseppe Varacalli, i primi cittadini della locride vogliono esprimere vicinanza alla collega Lanzetta, ma anche “assumere decisioni forti ed essere propositivi”. “I sindaci sono ormai stanchi di subire tutti questi attacchi da parte della criminalita’, il caso del sindaco Lanzetta ha fatto traboccare il vaso – osserva Varacalli – Gia’ le difficolta’ ad amministrare il nostro territorio, dove per esempio e’ forte il problema della disoccupazione, sono quelle sono, in piu’ non si puo’ essere succubi di attentati. Vedremo che determinazione prendere, ma certamente chiederemo che ci sia un’attenzione particolare verso questo territorio”. Sulla stessa linea il sindaco di Roccella Jonica Giuseppe Certoma’. “Il da farsi si decidera’ mercoledi’ – spiega -Il nostro proposito e’ quello di esprimere ampia solidarieta’ al sindaco Lanzetta. Certamente vogliamo dare uno ‘scossone’ perche’ queste situazione si ripetono da tempo e non si risolvono. La riunione di mercoledi’ sara’ molto importante”.