Reggio, caso-Fallara, chiesto il rinvio a giudizio per Scopelliti. Il governatore: “sono estraneo e sono sereno”

La Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex sindaco, Giuseppe Scopelliti, attuale presidente della Regione, e per i tre componenti del Collegio dei revisori dei conti del Comune, Carmelo Stracuzzi, Domenico D’Amico e Ruggero Alessandro De Medici. La richiesta e’ stata avanzata dal Procuratore della Repubblica Ottavio Sferlazza e dai sostituti Francesco Tripodi e Sara Ombra nell’ambito dell’inchiesta sulle somme erogate all’ex dirigente dell’Ufficio finanze del Comune di Reggio, Orsola Fallara, suicidatasi nel dicembre del 2010, per la sua attivita’ di componente della Commissione tributaria. I quattro indagati sono accusati a vario titolo di falso ideologico in atto pubblico ed abuso d’ufficio per l’ autoliquidazione di circa 750mila euro che avrebbe fatto Orsola Fallara per il suo incarico in Commissione tributaria. Scopelliti era stato interrogato il 20 dicembre del 2011 dai magistrati della Procura di Reggio fornendo la sua versione dei fatti. I tre componenti del collegio dei revisori dei conti, invece, si erano avvalsi della facolta’ di non rispondere. Nel marzo scorso ai quattro indagati e’ stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini.

Ribadisco la mia totale serenita’ in merito a questa vicenda”. Lo ha detto Scopelliti in merito alla richiesta di rinvio a giudizio. ”Sono in attesa – ha aggiunto – di conoscere quale sara’ la decisione sulla richiesta della Procura della Repubblica. In ogni caso sono tranquillo in merito ai possibili sviluppi di questa vicenda”.

Apprendo dal mio avvocato, tra l’altro, che non ci e’ stato notificato alcun atto essendo la richiesta di rinvio a giudizio un atto segreto ed interno agli uffici giudiziari” ha poi detto, in una successiva dichiarazione, il presidente della Regione.