Reggio: a Massimo Ripepi la delega per la Città Metropolitana

Il Sindaco Demetrio Arena ha affidato al consigliere comunale Massimo Ripepi (Pace), la delega alla costituente “Reggio Città Metropolitana”.

Il Primo cittadino “tenuto conto che nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale ha assunto l’impegno di sostenere l’Amministrazione comunale nel processo di Istituzione della costituente Reggio Città Metropolitana, provvedendo ad avviare tempestivamente ogni conseguente azione politico-istituzionale finalizzata al coinvolgimento interistituzionale e partecipativo delle comunità interessate, nonché attivando le procedure per la predisposizione del Piano Strategico Metropolitano”, ha ritenuto opportuno “avvalersi della qualificata collaborazione di un consigliere comunale affinché espleti, in relazione alle varie esigenze, un’attività propositiva e propulsiva”, oltre che ricognitiva dello stato dell’arte al Sindaco e all’organo esecutivo.

Massimo Ripepi, secondo quanto si legge nel Decreto firmato in data odierna, è individuato quale consigliere comunale “incaricato alle funzioni politiche e di indirizzo dell’attività istituzionali volte alla migliore realizzazione dei processi e delle attività correlate per la costituente Città Metropolitana”.

“Ringrazio il Sindaco Arena per la fiducia riposta nella mia persona – ha dichiarato il consigliere comunale di Pace -. Sono consapevole che la strada per la costituzione di Reggio Città Metropolitana è lunga e difficile, ma al contempo sono convinto che siamo dinanzi ad un momento storico, direi decisivo per le sorti del nostro territorio. Partendo dalle linee guida tracciate dal Sindaco nel corso dell’ultimo consiglio comunale, dovremo muoverci per accelerare i tempi in merito alla costituzione di due organismi che possano espletare i primi, necessari steep. E’ fondamentale – ha concluso Ripepi – impegnarsi a fondo nell’ottica della città Metropolitana, non risparmiando energie, coinvolgendo tutte le Istituzioni interessate e le professionalità che, di fronte ad un’opportunità di questo tipo, sentono il bisogno e la forte volontà di mettersi al servizio del territorio”.