Ponte sullo Stretto, Scopelliti infuriato: “è assurdo che il governo non decida e che la Camusso dica sì alla Tav e no al Ponte”

Troviamo assurdo che ancora oggi non ci sia stato un pronunciamento ufficiale da parte del governo come troviamo molto anomalo che il segretario della Cgil Susanna Camusso venga a Reggio Calabria a dire no al ponte e si alla tav. Credo che questo sia un modo di trattare le parti del territorio nazionale con grande disparita’ e con poco rispetto”. Lo ha dichiarato il presidente della regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, parlando del Ponte sullo Stretto di Messina con i cronisti in una delle tappe del tour sull’A3 Salerno-Reggio Calabria insieme al presidente dell’Anas Pietro Ciucci, che e’ anche presidente della societa’ Stretto di Messina. Il governatore calabrese continua a essere un convinto sostenitore dell’opera. ”Aspettiamo le decisioni del governo, che sa molto bene -ha affermato- che questa per noi e’ un’opera strategica che rilancerebbe l’economia del Mezzogiorno, che diventa un’opera funzionale al corridoio Berlino-Palermo e quindi secondo la regione e gli enti del territorio e’ importante per il futuro e il decollo dei nostri territori. Sosteniamo -ha aggiunto- che questo e’ un progetto che deve avere sviluppo e continuita’. Gia’ in passato e’ stato interrotto provocando una serie di danni anche al governo nazionale per i costi aggiuntivi”.