Pirateria. Liberata la petroliera Enrico Ievoli. Salvi i 18 membri dell’equipaggio, tra questi 2 messinesi

La petroliera Enrico Ievoli sequestrata da pirati al largo dell’Oman il 27 dicembre scorso è stata liberata. Lo ha annunciato il ministro degli esteri, Giulio Terzi da Giacarta, dove ha seguito direttamente l’ultima fase della liberazione e ha espresso “grande soddisfazione per un esito positivo perseguito con tenacia, determinazione e altissima professionalità da tutti i soggetti istituzionali coinvolti, ai quali va la mia più sentita riconoscenza”. La vicenda della Enrico Ievoli, ha poi aggiunto il ministro, “è stata al centro di un’ampia azione diplomatica svolta anche nei confronti delle autorità somale ma è una vicenda che conferma ulteriormente la gravità della minaccia alla sicurezza rappresentata dalla pirateria su cui l’Italia è impegnata per favorire la massima attenzione internazionale”.

Sono diciotto i componenti dell’equipaggio  che finalmente potranno tornare a casa: sei gli italiani (di cui 5 siciliani e un pugliese), cinque gli ucraini e sette gli indiani. Agostino Musumeci, comandante della Ievoli, ha subito commentato: «Stiamo molto bene, è tutto sotto controllo. L’equipaggio sta benissimo. La nave è già partita dalle coste della Somalia e a bordo ci sono i militari italiani». E la nave infatti è già in viaggio, scortata da una fregata della Marina militare.

Ma dopo quattro lunghi mesi di attesa, ad esplodere è stata soprattutto la gioia dei parenti che sono riusciti a parlare con i marinai a bordo della Ievoli. “Piango di gioia – ha detto la moglie del comandante Rita Gianfriddo (da Catania) – Non ho dormito per quattro mesi, ho sempre avuto paura. Voglio ringraziare l’armatore e lo Stato. Prima era come avere un morto in casa, ora non c’e più, è resuscitato”.

“Siamo tutti felicissimi, ho parlato ora al telefono con mio figlio dopo che è stato liberato. Mi ha detto al telefono che sta bene e che non è stato maltrattatto. Sono stati quattro mesi difficili ma finalmente questo incubo è finito”. Lo dice la madre di Valentino Longo, la signora Giuseppina, che vive nel quartiere Torre faro di Messina. Il figlio, 29 anni potrà finalmente coronare il suo sogno di sposare la fidanzata Macrina Bertuccio. “Le nozze erano già fissate per il 21 luglio – aggiunge la donna – sarà una doppia festa”. Secondo quanto il marinaio ha riferito alla madre, anche l’altro collega messinese, Letterio La Maestra,33 anni, sta bene.

La Ievoli era stata catturata al largo delle coste dell’Oman il 27 dicembre 2011. A bordo ci sono 18 persone. Il mercantile, lungo 138 metri, trasportava circa 15.750 tonnellate di soda caustica. Partito da Fujairah (Emirati Arabi Uniti) era diretto nel Mediterraneo. E’ stata sequestrata dai pirati somali per 118 giorni.  La nave appartiene alla società Marnavi di Napoli.