Pasqua, Caltagirone: domenica 8 aprile la “A’ Giunta” e molto altro…

Domenica 8 aprile, a partire dalle 16,30, nel centro storico di Caltagirone, si svolgerà la tradizionale, sacra rappresentazione de “A’ Giunta”, l’incontro di Cristo risorto (un insieme statuario con le due guardie del sepolcro del XVIII secolo) con la Madre, mediato da San Pietro, una statua gigantesca (è alta 3 metri), realizzata in cartapesta. L’imponente San Pietro, sorretto ai fianchi da due assistenti – portatori, alla vista del Cristo risorto va alla ricerca – mentre la folla si allarga o restringe per consentire il passaggio spedito dell’Apostolo – della Madonna alla quale dare la lieta novella della Resurrezione. Le prime ricerche di San Pietro sono vane ed il suo sguardo si ferma per scrutare gli angoli della piazza e le strade adiacenti. Nel frattempo il vento gonfia il suo mantello color porpora, facendo apparire Pietro ancora più maestoso. Finalmente, l’incontro avviene all’angolo tra la piazza Municipio e la via Luigi Sturzo, mentre le campane suonano a festa. L’Addolorata, alla vista del Figlio, lascia il manto nero (segno, ovviamente, di lutto) e rimane vestita di bianco e azzurro, colori, questi, che simboleggiano la sua felicità. Poi, allargando le braccia, abbassa tre volte la testa per rendere omaggio a Cristo, mentre la folla festante accompagna i tre inchini dell’Addolorata con un corale ed appassionato “Viva Maria”. Infine, da piazza Marconi, si assiste alla “Spartenza”.
A’ Giunta della domenica di Pasqua è uno dei momenti – clou delle manifestazioni pasquali a Caltagirone. In corso di svolgimento anche mostre significative: sino a domenica 22 aprile, nella Corte Capitaniale, mostra fotografica di Davide Di Pasquale “Made in China”, a cura della Galleria fotografica “Luigi Ghirri”. Sino a domenica 10 giugno, nella Sala degli specchi della Corte Capitaniale e a Palazzo Reburdone, IX edizione della rassegna “Pasqua in vetrina”, con lavori sul tema pasquale di 34 botteghe e/o artisti caltagironesi. Sino a domenica 22 aprile, nell’atrio del palazzo municipale, “30 antiche fotografie della Settimana Santa a Caltagirone” (a cura della Galleria fotografica “Luigi Ghirri”). Da sabato 31 marzo, a Palazzo ceramico, è in corso di svolgimento la mostra del pittore e scultore Piero Vittorino. Sino al 30 giugno, nella Galleria “Luigi Sturzo”, in mostra le 21 “teste portavaso” che, con la mostra “L’unità nella diversità” – realizzata su progetto di Ugo La Pietra – si sono già guadagnate apprezzamenti nell’ambito delle manifestazioni di Torino per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ma anche a Milano, oltre che Villa Igiea a Palermo.
“Anche in occasione della Pasqua – sottolinea l’assessore al Turismo e vicesindaco Alessandra Foti – Caltagirone conferma la sua capacità attrattiva nel segno di un mix fra bellezze culturali e architettoniche e valore della tradizione. Tante e variegate le iniziative, con mostre, concerti, allestimenti e sacre rappresentazioni, oltre ai momenti religiosi e di grande devozione popolare”.