Palermo, sei condanne per traffico internazionale di auto rubate

La sentenza della seconda sezione del Tribunale di Palermo infligge 7 anni a testa a Salvatore Meschis, ex guardia giurata che e’ ritenuto il capo della banda, Antonio Passavia e Paolo Priolo; 5 anni li hanno avuti Carlo Daddi e Pietro Musso e due anni il marocchino Samir Nanane. Sei condanne per un riciclaggio di auto rubate all’estero e portate in Italia. Sono state accolte le richieste del pm Carlo Lenzi, che dovra’ anche occuparsi di uno stralcio dell’indagine, legata alla trasmissione degli atti, decisa dai giudici perche’ si proceda riguardo alle false attestazioni dei notai. L’inchiesta e gli arresti (in tutto una decina) risalgono all’ottobre del 2004: auto di grossa cilindrata venivano rubate nell’Europa del Nord, soprattutto in Belgio, e in Continente, e poi venivano portate in Sicilia, per essere reimmatricolate e nuovamente esportate, stavolta per il Marocco.