Palermo, rinvio a giudizio per un avvocato. L’accusa è di “riduzione in schiavitù”

a pesante accusa nei confronti di Fabio Tringali, avvocato civilista di Palermo, giunge dal Gip Maria Pino, che ha chiesto il rinvio a giudizio. Il processo iniziera’ il 17 maggio prossimo, davanti alla prima sezione della Corte d’assise. Tringali e’ accusato di avere segregato e tenuto come schiavi due extracomunitari, uno dei quali si e’ costituito parte civile. I fatti risalgono all0anno scorso e sarebbero avvenuti in un terreno di Partinico, di proprieta’ di Tringali. Il legale si e’ sempre difeso sostenendo di essere vittima di un complotto ordito dai proprietari di un terreno confinante col suo, che l’avevano in odio per questioni di vicinato. Il processo si terra’ in assise perche’ il reato e’ punibile con una pena da 24 anni all’ergastolo