Palermo: falsificavano documenti per ottenere accesso a finanziamenti, 2 arresti

Con l’accusa di aver falsificato documenti per ottenere un prestito, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Piazza Verdi hanno arrestato a Palermo Lorenzo Motisi, 51 anni, dipendente pubblico, e Pietro Muce’, 60 anni, pensionato. Devono rispondere di truffa in concorso e alterazione di documenti d’identita’. I fatti si sono verificati presso un’agenzia di servizi finanziari alla quale Muce’, aveva richiesto un finanziamento di 19.700 euro esibendo una carta d’identita’ alterata con la sua fotografia.
 Il giorno dell’incasso i carabinieri hanno fermato Muce’, assieme a Motisi, ritenuto suo complice. Quest’ultimo e’ stato trovato in possesso di una valigetta contenente svariate copie di documenti di diverse persone, la cui origine e’ al vaglio degli investigatori. A Motisi e’ stata contestata anche l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato, perche’ al momento dell’arresto risultava in orario di servizio, e si era assentato arbitrariamente dal lavoro. Dopo la convalida dell’arreesto, entrambi sono stati assegnati agli arresti domiciliari.