‘Ndrangheta: sequestrati 40 milioni di € di beni nel cosentino, c’è anche un Hotel

Beni per un valore di 40 milioni di euro sono stati sequestrati dagli agenti della divisione anticrimine della Questura di Cosenza. Il patrimonio, che secondo gli inquirenti e’ composto da beni acquisiti illecitamente dalle organizzazioni criminali operanti nella provincia, fanno capo a Francesco Costa, 69 anni, nato a Corigliano Calabro (Cs) e residente a Cassano Ionio (Cs), sorvegliato speciale. L’uomo e’ detenuto nel carcere di Catanzaro. Stamane gli agenti hanno dato esecuzione ad un decreto, divenuto irrevocabile, di confisca, emesso dal Tribunale di Cosenza a seguito di una pronuncia della Corte di Cassazione, che ha rigettato il ricorso presentato dall’ineressato. Costa e’ indicato come “soggetto partecipe da oltre trent’anni delle attivita’ criminali della zona dell’alto Ionio Cosentino“. Risulta infatti coinvolto nelle operazioni antimafia “Galassia” e “Omnia”. Tra i beni confiscati, l’impresa individuale “Motel Sybaris” con sede a Cassano Ionio; l’albergo “Motel Sybars”; un immobile costituito da 6 vani edificato pure a Cassano Ionio; tre terreni agricoli sempre a Cassano Ionio; un terreno edificabile a Villapiana (CS); due terreni situati nello stesso centro; tre autovetture, fra cui due Ford Transit Torneo ed una Jaguar X-Type 2.5 V6.