Messina. Venditore ambulante di fiori aggredito a colpi di bastone. Grave trauma cranico è in pericolo di vita

La polizia ha arrestato a Messina un uomo accusato di avere aggredito e ridotto in fin di vita un cittadino egiziano. E’ accusato di tentato omicidio. L’egiziano, venditore ambulante di fiori, è attualmente ricoverato in pericolo di vita presso l’Ospedale Papardo di Messina.

Secondo gli investigatori l’indagato, Pietro Zappia, 40anni,  la notte tra sabato e domenica ha aggredito il venditore che ha tentato di vendergli alcune rose mentre si trovava in un locale di via Loggia dei Mercanti con la sua ragazza. L’uomo non ha gradito ed ha rifiutato. Uscito fuori dal locale, ha trovato un bastone della lunghezza di circa un metro e mezzo ed ha cominciato a colpire ripetutamente l’extracomunitario, che è stramazzato al suolo. Il 40enne è fuggito a bordo di una Nissan Micra, mentre alcuni testimoni avevano già chiamato la Polizia che si è messa subito sulle tracce del fuggitivo. Grazie alla testimonianza delle persone che avevano visto la targa dell’auto i poliziotti hanno rintracciato e bloccato l’aggressore. Il venditore di fiori è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118. Ha un grave trauma cranico e si trova ricoverato in serio pericolo di vita.