Messina. Lavoratori Triscele e Acr Messina al San Filippo: “Uniti per ridare slancio alla nostra città”

“Il mondo del calcio, da sempre, è un grande catalizzatore di attenzione. Ecco perché la presenza, in occasione di Messina-Licata, delle rappresentanze dei lavoratori messinesi che vivono un momento di difficoltà occupazionale è un gesto fortemente simbolico e per questo ringraziamo dell’iniziativa la dirigenza dell’Acr Messina”. Tonino Genovese, segretario generale della Cisl di Messina, commenta così la presenza sugli spalti dello stadio San Filippo dei lavoratori ex Servirail e Triscele che ha partecipato oggi, su invito dell’Acr Messina, alla partita del campionato di serie D Messina-Licata .

Sugli spalti uno striscione recita: “Uniti per il risveglio di questa città”.

L’invito da parte della società calcistica è arrivato con una lettera, firmata dal dirigente Raffaele Manfredi. La società “da sempre sensibile ai problemi che affliggono il territorio, con questa iniziativa vuole offrire due ore di spensieratezza a quanti stanno attraversando un momento difficile.” recita la missiva “E’ un gesto simbolico per tutti quelli che in questo periodo non possono mettere il calcio in generale ed il Messina in particolare al centro dei propri pensieri.”

“Rappresentano vertenze simbolo di una città che non vuole mollare – sottolinea Genovese – che ha voglia di rinascere, così come il calcio messinese. Una iniziativa che arriva a distanza di 24 ore dalla manifestazione che ieri ha visto tutte le associazioni datoriali e dei lavoratori insieme per la prima volta sotto lo slogan ‘Uniti per il lavoro e lo sviluppo di Messina e provincia’. E’ il momento di ritrovarsi tutti uniti, noi messinesi, per ridare slancio alla nostra città”.