Messina, a Maregrosso una iniziativa subacquea sperimentale per una successiva valorizzazione

Appuntamento nei giorni scorsi a Messina di sub del Diving “Ambiente Liquido”, provenienti da diversi comuni tirrenici, che si sono ritrovati a Maregrosso, accompagnati dalla guida Andrea Potoschi dell’Oloturia Sub, per immergersi nelle acque dello Stretto. L’escursione dei sub rientra nel progetto di valorizzazione di quei luoghi attraverso iniziative, che l’assessore alle politiche del mare, Pippo Isgrò, sta definendo da maggio a luglio con ulteriori immersioni nei due litorali della città, per evidenziare il rispetto dell’ambiente e le peculiarità del territorio rivierasco. L’appuntamento fa parte poi dell’iniziativa denominata “MessinAmare”, promossa dal Centro Ricerche Nutrizionali Studi Ambientali e Sociali di Messina, che coinvolgerà non solo gli amanti del mare. L’area di Maregrosso si è presentata alla comitiva di sub più fruibile rispetto al passato, con uno scenario affascinante, a molti sconosciuto ed ancora più suggestivo sotto il livello del mare. Sott’acqua a Messina, secondo le impressioni degli immersionisti, si vedono bellezze celate e impensabili, a contatto con la natura ed i suoi tesori come due relitti di nave, vero e proprio luogo da esplorare. Uno scenario, che in molte parti del mondo muove il turismo nazionale ed internazionale, e che anche a Messina potrebbe diventare una risorsa non solo per gli appassionati.