Mafia, Napolitano consegna la medaglia d’oro alla memoria di Pio La Torre e Rosario Di Salvo

In occasione dell’incontro ‘Pio La Torre 30 anni dopo’ promosso dalla Fondazione della Camera dei deputati a Palazzo Montecitorio, oggi, il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, insieme al ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri,  ha incontrato Filippo La Torre, figlio del deputato assassinato, e Rosa Casanova, vedova di Rosario di Salvo. Il Presidente della Repubblica ha conferito Medaglie d’Oro al Merito Civile alla memoria di Pio La Torre e di Rosario di Salvo, “vittime il 30 aprile del 1982 a Palermo di un vile agguato di stampo mafioso“, con le seguenti motivazioni: a Pio La Torre, “esponente politico fortemente impegnato della lotta alla criminalita’ organizzata di stampo mafioso, promotore della coraggiosa legge che ha determinato una innovativa strategia di contrasto alla mafia, mentre era a bordo di una vettura guidata da un collaboratore, veniva proditoriamente fatto oggetto di numerosi colpi di arma da fuoco da parte di sicari mafiosi, perdendo tragicamente la vita nel vile agguato. Fulgido esempio di elevatissime virtu’ civiche e di rigore morale fondato sui piu’ alti valori sociali spinti fino all’estremo sacrificio“. A Rosario di Salvo: “collaboratore di un noto esponente politico impegnato nella lotta alla criminalita’ mafiosa, mentre lo accompagnava alla guida di un’auto, rimaneva vittima di un vile agguato e veniva raggiunto da numerosi colpi di arma da fuoco indirizzatigli da sicari mafiosi perdendo tragicamente la vita nel tentativo di reagire. Nobile esempio di coraggio e di spirito di servizio“.