Mafia, cinque libri per il trentesimo anniversario della morte di Pio La Torre

Pio La Torre

In occasione del trentesimo anniversario dell’eccidio di Pio La Torre e Rosario Di Salvo, trucidati dalla mafia il 30 aprile 1982, saranno pubblicati quattro libri e un albo di fumetti. Ecco i titoli, rispettivamente: ”Uomini soli” (edizioni Melampo) di Attilio Bolzoni; ”Chi ha ucciso Pio La Torre” (Castelvecchi) di Paolo Mondani e Armando Sorrentino, ”Pio La Torre” (Flaccovio) di Vito Lo Monaco e Vincenzo Vasile, ”Perche’ e’ stato ucciso Pio La Torre?” (Istituto poligrafico europeo) di Nino Caleca e Elio Sanfilippo e l’albo ”La marcia di Dio”, di Nico Blunda e Giuseppe Lo Bocchiaro. Pur inquadrando l’attentato da sette angolature diverse, gli autori mirano tutti allo stesso obiettivo: far riaprire le indagini, poichè  i diversi processi e i vari gradi di giudizio sono riusciti a individuare con certezza mandanti ed esecutori (la cupola e i quattro killer: Salvatore Cucuzza, il collaborante che ha raccontato l’agguato, Nino Madonia, Giuseppe Lucchese e Pino Greco Scarpuzzedda), senza pero’ svelare il movente che ha armato la mano degli assassini. Quello di Pio La Torre è un delitto senza movente che va ad aggiungersi alla strage di Portella della Ginestra del ’47, ai tanti omicidi eccellenti compiuti in Sicilia.
Inoltre,  venerdi’ prossimo Pio La Torre e Rosario Di Salvo saranno ricordati a Sala d’Ercole di Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana, su iniziativa del presidente dell’Ars, Francesco Cascio, e del Centro Studi Pio La Torre. Interverra’ Virginio Rognoni, all’epoca ministro Guardasigilli, e saranno presenti i familiari delle vittime, delegazioni delle scuole superiori siciliane e autorita’ civili e militari.