Lavoro, Scopelliti: “creata occupazione per 5.300”

Il presidente della Giunta regionale Giuseppe Scopelliti, intervenendo, a Reggio Calabria, al convegno col ministro Fornero su ”Calabria: giovani occupazione e sviluppo”, ha illustrato i recenti provvedimenti assunti dalla Regione per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro soprattutto giovanile. ”Certamente si tratta di strumenti congiunturali – ha detto Scopellitiche hanno pero’ il pregio di potere consentire a migliaia di giovani calabresi disoccupati di incontrare per la prima volta nella loro vita il lavoro. Per raggiungere questo obiettivo siamo riusciti a coinvolgere la rete delle imprese calabresi e numerosissimi professionisti tanto che finora siamo riusciti ad occupare 5.300 addetti. Con la rimodulazione dei fondi comunitari abbiamo programmato una spesa di oltre 140 milioni di euro da cui ci attendiamo ulteriori ottomila posti di lavoro, un’iniziativa questa che e’ stata contestata dalla Cgil’‘. Scopelliti ha criticato i grandi enti di Stato e multinazionali come l’Eni, Enel e Anas, ”che ancora investono troppo poco nel Mezzogiorno e ancora meno in Calabria”. Il presidente della Regione ha posto all’attenzione del ministro Fornero una proposta di iniziativa di politiche attive per il lavoro con cui si accompagnano gli ultra cinquantacinquenni fino al percepimento della pensione e la riconversione di ogni posto di lavoro lasciato libero la cui spesa sia possibile dividere tra giovani in possesso di molta professionalita’ e situazioni di precariato. Scopelliti, infine, ha posto all’attenzione del Ministro la proposta per un eventuale utilizzo delle risorse della Cassa depositi e prestiti anche in funzione dello sviluppo delle risorse umane.