Istat: nel 2011 cala dello 0,5% il potere d’acquisto delle famiglie

Il potere d’acquisto delle famiglie, nel 2011, tenuto conto dell’inflazione, e’ diminuito dello 0,5%. Lo rende noto l’Istat, specificando che nell’ultimo trimestre dell’anno la riduzione e’ stata dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,9% rispetto al quarto trimestre del 2010. Sempre nel 2011 la propensione al risparmio delle famiglie si e’ attestata al 12%, il valore piu’ basso dal 1995, con una diminuzione di 0,7 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Nel quarto trimestre essa e’ stata pari al 12,1%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, ma piu’ bassa di 0,8 punti percentuali rispetto al quarto trimestre del 2010.