I carabinieri controllano 56 aziende in tutta Italia sequestrando 3 tonnellate alimenti pasquali

I Nuclei Antifrodi Carabinieri di Roma, Parma e Salerno hanno effettuato controlli su tutto il territorio nazionale verificando l’osservanza della normativa nazionale ed europea a tutela della qualita’ alimentare presso 56 imprese agricole, punti vendita della grande distribuzione organizzata, nei principali centri commerciali e nei mercati generali. I sequestri hanno riguardato oltre 3.000 kg prodotti tra cui carni, pesce, dolci pasquali, uova, prodotti caseari e ortofrutticoli. In particolare nella provincia di Salerno presso varie pasticcerie sono stati sequestrati dolci tipici, colombe e dolci pasquali poiche’ venduti impropriamente come ”artigianali” senza le etichette riportanti le indicazioni obbligatorie. Presso una ditta di commercializzazione e di confezionamento e’ stata sequestrata carne di bufalo proveniente dall’Australia etichettata falsamente come ”Made in Italy”. Inoltre in provincia di Roma e Napoli sono state verificate alcune pescherie dove sono state riscontrate violazioni in materia di etichettatura e di conservazione degli alimenti. Altri controlli nella provincia di Catania hanno riguardato l’improprio utilizzo dei marchi DOP/IGP ”Pistacchio verde di Bronte”, ”Arancia rossa di Sicilia” e ”Nocciola di Piemonte” procedendo a sanzioni per indebita evocazione dei marchi di qualita’. Anche in provincia di Treviso sono state elevate sanzioni ad una societa’ ortofrutticola poiche’ commercializzava comuni cipolle rosse all’aceto rosso etichettate come ”Cipolle di Tropea IGP” e comuni pomodori ciliegini come ”Pomodori Pachino IGP”.