Gela: l’INPS le riduce la pensione, anziana si uccide a 78 anni

L’Inps le aveva appena ridotto la pensione, da 800 a 600 euro. Era convinta che non ce l’avrebbe fatta a vivere e piuttosto che chiedere aiuti a familiari e conoscenti ha preferito togliersi la vita. La triste storia arriva da Gela, in provincia di Caltanissetta. L’anziana, Nunzia C., 78 anni, dopo aver ricevuto qualche mese fa la notizia del taglio della pensione – secondo quanto riferito dalla famiglia alle forze dell’ordine – “è caduta in uno stato depressivo sempre più profondo” – fino al tragico gesto. La donna si è lanciata dal terrazzo martedì mattina, poco dopo le 10, in via Amilcare, nel quartiere del cimitero monumentale. Eludendo la sorveglianza dei figli (tre femmine e un maschio) che la controllavano da quando aveva cominciato a dare segni di depressione, è andata nel terrazzo e si è buttata giù. Il tonfo ha richiamato l’attenzione dei vicini e degli stessi familiari, che hanno tentato di soccorrerla. Ma non c’era più nulla da fare. La polizia ha avviato gli accertamenti di rito.