Falerna Marina (Cz). Tre bimbe nate al Centro accoglienza

Si chiamano Delight, Ribiatu e Francesca e sono le figlie di coppie ospiti del Centro di accoglienza per migranti di Falerna Marina, gestito dal Consorzio di cooperative sociali Calabria Accoglie. Mamme e piccole stanno bene e due di loro sono già tornate al Centro. La terza è stata trattenuta in ospedale a Lamezia perchè settimina, ma presto potrà raggiungere i genitori Hamidu e Victoria. Le tre nuove nascite vanno ad aggiungersi ad altri due maschietti che vivono nel centro: Sala, un anno a settembre, anche lui nato in Italia e John, 4 anni.

In base alla attuale legge, i figli di migranti nati in Italia non sono cittadini italiani, ma fino al compimento della maggiore età non possono comunque essere espulsi. I genitori dei piccoli ospiti sono richiedenti protezione internazionale in attesa di risposta che permetta loro di trovare un lavoro e di lasciare il centro di accoglienza per una sistemazione autonoma. Nessuno di loro, nel proprio futuro, vede un ritorno a casa. Il Centro di accoglienza di Falerna Marina è stato aperto il 15 aprile 2011 ed è ospitato nelle strutture ricettive del Residence degli Ulivi. L’impatto sociale di questo primo anno di attività lo ha riassunto il sindaco Giovanni Costanzo: “La maturità della popolazione falernese – ha dichiarato – e dei comuni limitrofi ha fatto sì che l’esistenza del Centro stia andando avanti senza eccessivi disagi. Il Consorzio Calabria Accoglie con cui l’amministrazione Comunale ha intessuto buoni rapporti è stato competente nella gestione. I cittadini vorrebbero però avere più garanzie di presidi costanti per la sicurezza di tutti”.