Elezioni Francia, i risultati ufficiali e definitivi. Hollande 28,63%, Sarkozy 27,18%: lo scarto è davvero minimo

I risultati definitivi delle elezioni francesi tracciano un quadro piuttosto diverso da quello inizialmente emerso ieri sera e in nottata, ricavato essenzialmente dagli exit poll. Innanzitutto, lo scarto tra i primi due classificati, il candidato socialista Francois Hollande (28,63%) e il presidente uscente Nicolas Sarkozy (27,18%), e’ meno ampio: 1,45 punti percentuali, e non 3 o 4 come si annunciava ieri sera.
Anche il risultato del Front National di Marine Le Pen e’ elevato – 17,9% – ma e’ piuttosto lontano dalla soglia del 20% diventata un simbolo ieri sera. E’ una quota superiore a quella registrata da Jean-Marie Le Pen nel 2002, quando arrivo’ al secondo turno con il 16,86%, ma solo di poco piu’ di un punto percentuale. Considerando poi che in quell’elezione era in corsa anche un altro partito di estrema destra, il Movimento nazionale repubblicano di Bruno Megret (che arrivo’ al 2,34%) l’exploit della candidata di estrema destra, comunque notevole, risulta ulteriormente ridimensionato.
Sui numeri dell’estrema sinistra, il risultato di Jean-Luc Melenchon, 11,1%, per quanto deludente rispetto alle aspettative suscitate dai sondaggi, resta il migliore degli ultimi trent’anni per il suo campo. Era infatti dal 1981, quando il leader comunista Georges Marchais arrivo’ al 15,35%, che un candidato piu’ a gauche dei socialisti non arrivava a superare il 10%.
Infine il entrista Francois Bayrou, si è fermato al 9,13%.