Elezioni a Catanzaro: 5 i candidati per la poltrona di sindaco

I candidati a sindaco per la guida del Comune di Catanzaro capoluogo di regione – che torna alle urne dopo appena un anno per le dimissioni improvvise di Michele Traversa del Pdl – sono cinque. Si tratta di Salvatore Scalzo, ricercatore universitario del Pd, già in campo contro Traversa lo scorso anno, battuto al primo turno con il 33% dei consensi personali; per il centrodestra Sergio Abramo, imprenditore alle spalle due mandati da sindaco, poi sconfitto nel 2005 alle regionali da Agazio Loiero, presidente della Sorical; per il Polo di centro l`imprenditore Pino Celi, ex democristiano, assessore ai Lavori pubblici negli anni `90. Tra gli aspiranti alla carica di primo cittadino anche Antonio Carpino medico di professione appoggiato dal Partito comunista dei lavoratori e Elio Mauro agente di commercio già esponente del centro destra, appoggiato da una lista civica. A sostegno di Scalzo, la coalizione di centrosinistra schiererà 8 liste: oltre al Pd e a due civiche di area democratica, il Partito socialista, Idv, Sel, Federazione della Sinistra e Svolta democratica di Vincenzo Ciconte, già candidato del Polo di Centro, poi rinunciatario e infine ritornato nel centrosinistra, con tanto di annuncio nel corso di una conferenza stampa con il commissario regionale dei democratici Alfredo D`Attore della sua adesione al Pd e al gruppo regionale. Nella sua corsa a Palazzo de Nobili, anche Abramo potrà contare su 8 liste, di cui 5 di area Pdl (tra cui Scopelliti presidente), ma anche su Api, Adc e una lista con Nuovo Psi, Partito repubblicano e candidati espressione dell`Udeur. A sostegno di Celi, scelto all`ultimo minuto dopo il passo indietro di Ciconte, uno schieramento di 5 liste: oltre ai centristi, l`Mpa dell`ex governatore Agazio Loiero, i finiani di Fli e due civiche.