Crosetto (Pdl): “non vado mai in Calabria perchè è la parte più brutta d’Italia”

L’Italia va a cinque, sei o sette velocita’ e quella e’ la parte piu’ brutta dell’Italia, perche’ non penso ci sia un camion di sabbia, un centimetro di asfalto o di cemento dove dietro non ci sia: a, la camorra e b, una degenerazione che in quella regione e’ fortissima“. Lo ha detto Guido Crosetto, parlamentare del Pdl, durante la puntata odierna di Domenica In – L’Arena condotta da Massimo Giletti su Rai 1. Crosetto ha cosi’ commentato gli enormi costi dell’autostrada Salerno- Reggio Calabria in costruzione da ormai 50 anni: “Dico una cosa violenta: io ho dei colleghi che mi invitano in tutta Italia, ormai, che vado a parlare di economia. Io mi rifiuto di andare in Calabria, non vado, e sa perche’? Perche’ non so con chi mi posso trovare a competere e quindi siccome non voglio, dopo cinque o dieci anni, trovarmi con qualcuno di cui mi vergogno, come e’ successo a qualche mio collega andando in giro, non vado. Sono parole dure e forti perche’ la Calabria, piu’ di qualunque altra regione, e’ una regione in cui la criminalita’ organizzata e’ stata a far parte di tutto“. In risposta alle parole di Crosetto e’ intervenuta la parlamentare del Pd, Paola de Micheli, ospite della puntata: “Guido, la maggior parte dei calabresi sono persone oneste“.