Cosenza: ragazzina di sedici anni violentata dal “branco”

I carabinieri del comando provinciale di Cosenza stanno indagando su una violenza carnale nei confronti di una sedicenne di origini francesi che e’ stata violentata e picchiata da quattro giovani che poi l’hanno abbandonata, stordita e seminuda, vicino alla stazione dei pullman di Cosenza. La ragazza, secondo la ricostruzione fatta in base al suo racconto e ad alcune testimonianze, sabato sera e’ uscita con alcuni amici ed e’ andata in un locale. Successivamente il gruppo si e’ spostato in un altro locale dove la giovane ha conosciuto altri ragazzi ed ha assunto bevande alcoliche. Con uno di questi si sarebbe appartata nel bagno dello stesso locale, quindi e’ uscita insieme ai quattro appena conosciuti per fare un giro in auto. Giunti nel centro della citta’, i ragazzi l’avrebbero portata in un appartamento dove l’avrebbero violentata a turno, facendola bere e fumare degli spinelli. Quindi, nelle prime ore di domenica, hanno abbandonato la ragazza davanti all’autostazione dove e’ stata soccorsa da un automobilista di passaggio che l’ha portata in ospedale. La ragazzina, risultata positiva all’alcoltest ed al narcotest, sotto choc ha detto di non ricordare nulla; ha preferito non farsi sottoporre a visita ginecologica ed e’ tornata a casa. Ieri mattina, pero’, dopo avere riflettuto su quanto accaduto e col conforto della madre, e’ andata dai carabinieri per raccontare quello che si ricordava di quanto le accaduto.