Cosenza: protocollo di intesa a tutela delle categorie sociali svantaggiate

E’ soprattutto la preoccupazione condivisa per il delicato e critico momento economico che l’intero pianeta e le realtà locali stanno attraversando, ad aver portato alla stesura di un Protocollo di intesa fra il Comune di Cosenza, primo capoluogo di Provincia della Calabria a promuovere questo importante accordo, e le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil coadiuvate dalle segreterie territoriali dei sindacati dei pensionati Spi, Fnp e Uilp.
La sigla delle rispettive parti sul documento che vedrà d’ora in avanti un costante confronto a tutela delle categorie sociali svantaggiate, è stata posta questa mattina dopo una conferenza stampa nel salone di Palazzo dei Bruzi alla presenza del sindaco Mario Occhiuto, del vicesindaco Katya Gentile, dell’assessore alla Coesione sociale Alessandra De Rosa, del Capo del 1° Dipartimento e del Personale del Comune di Cosenza Lucio Sconza, del segretario generale della Cgil Giovanni Donato, del segretario generale della Cisl Tonino Russo, di Elio Bartoletti in rappresentanza del segretario generale della Uil Roberto Castagna, del segretario generale Spi Cgil Giannino Dodaro e di vari rappresentanti delle Organizzazioni sindacali.
Con cadenza almeno semestrale, l’amministrazione comunale incontrerà dunque i dirigenti sindacali sui temi del Protocollo. In particolare, gli incontri fra l’istituzione cittadina e Cgil, Cisl e Uil saranno incentrati sui temi dello sviluppo territoriale generale, sul bilancio comunale, sulle azioni di salvaguardia ambientale e sui programmi del Welfare, prevedendo, più nello specifico, un’apposita sessione di confronto sugli eventuali avanzi di bilancio per valutare congiuntamente la loro destinazione.
“Sono molto contento di questo traguardo – ha esordito il sindaco Occhiuto introducendo i punti del Protocollo – Si tratta di un accordo di importanza fondamentale che, oltre ad attestare la nostra attenzione verso certe tematiche, dimostra ancora una volta l’assoluta mancanza di pregiudiziali. Ciò che deve emergere è proprio lo spirito di partecipazione e condivisione per il bene comune, la spinta a compiere scelte di qualità per il governo di Cosenza. Attraverso questa azione congiunta con i Sindacati sono certo che renderemo più incisiva l’attività nei confronti dei cittadini più deboli”.
Il sindaco Mario Occhiuto, nel suo intervento, ha anche ricordato quanto è stato attuato sinora dall’amministrazione in materia di Politiche Sociali e del Lavoro, come ad esempio la cosiddetta “Zona franca” per incentivare nuove occasioni di lavoro, i prossimi Temporary Store che sorgeranno nel centro storico con l’esenzione delle tasse per chi aderirà a questa forma di imprenditoria, nonché l’avvio del progetto della Circolare veloce e l’ulteriore servizio di diverse linee Amaco esteso ai Comuni della Presila.
Al termine della presentazione del Protocollo con i Sindacati, il primo cittadino ha annunciato che Pia Marconi, dirigente del Ministero della Funzione Pubblica per i progetti di qualità, ha comunicato che il Comune di Cosenza è in cima alla lista fra i Comuni calabresi per l’ideazione di Progetti di qualità, invitando i rappresentanti di Palazzo dei Bruzi a un incontro a Roma il prossimo 26 aprile per un dibattito sui Progetti meritevoli nati all’interno della pubblica amministrazione.