Comunali Palermo, Caronia: “esercito a garanzia voto libero”

Qualche giorno fa la candidata del Pid a sindaco di Palermo, Marianna Caronia, aveva lanciato la proposta di utilizzare l’esercito nei seggi elettorali per garantire la liberta’ di voto alle amministrative e oggi ribadisce la sua posizione, stupendosi per la contrarieta’ manifestata da un altro dei candidati a sindaco, Leoluca Orlando, ”noto – dice Caroniaper essere il campione del mondo di denuncia di brogli, oltre che il piu’ grande paladino della legalita’, lui che ha legittimato la propria candidatura sulla base dei presunti brogli nelle primarie del centrosinistra”. ”Forse i suoi noti impegni internazionali – aggiunge – lo hanno distratto dalle vicende legislative siciliane che hanno riformato il sistema di voto e non si e’ accorto che adesso la preferenza per il sindaco deve essere espressa chiaramente, con il rischio che eventuali schede incomplete possano venire proditoriamente votate da scrutatori scorretti? Mi rifiuto di pensare che una tale eventualita’ gli risulti gradita: mi limitero’ a invitarlo ad una maggiore coerenza di giudizi e di comportamenti”. Orlando, che alle primarie ha sostenuto Rita Borsellino, ha deciso di candidarsi circa tre settimane dopo che si erano svolte le consultazioni vinte da Fabrizio Ferrandelli, ritenendo che l’esito del voto fosse stato falsato da brogli.