Cgil Calabria, la sede è stata intitolata alle donne calabresi vittime della ‘ndrangheta

La sede della Cgil calabrese è stata intitolata, come si legge nella targa:  ”al coraggio delle donne calabresi, alle vittime di ‘ndrangheta e ai loro familiari”. Alla cerimonia ha partecipato il segretario generale del sindacato, Susanna Camusso, il gruppo dirigente del sindacato calabrese, con il segretario generale regionale Michele Gravano e don Giacomo Panizza, sacerdote a Lamezia Terme e fondatore della Comunità Progetto Sud, che si occupa di assistenza ai disabili ospitata in uno stabile confiscato alla cosca Torcasio di Lamezia Terme, vittima negli ultimi mesi di ripetuti atti di intimidazione. Successivamente la Camusso e il gruppo dirigente del sindacato hanno raggiunto la sede della Comunità Progetto Sud, dove, nelle ultime ore sono stati esplosi dei colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio. Tale visita ha voluto esprimere la solidarietà a don Giacomo Panizza e ai suoi collaboratori.