Catanzaro, inchiesta Why not: 6 rinvii a giudizio tra politici e dirigenti della Regione

Il gup di Catanzaro, Livio Sabatini, ha rinviato a giudizio sei persone per il reato di associazione a delinquere nell’ambito dell’inchiesta ‘Why not’. Si tratta dei politici Nicola Adamo, Ennio Morrone, Franco Morelli, Dionisio Gallo; il presidente del consorzio Brutium Giancarlo Franze’ e il dirigente regionale Aldo Curto. Inizialmente erano stati prosciolti ma i sostituti procuratori generali Eugenio Facciolla e Massimo Lia avevano impugnato la sentenza e la Cassazione ha annullato con rinvio. Gli atti sono stati inviati a un altro gup e oggi e’ arrivato il rinvio a giudizio. Il processo partira’ il prossimo 6 luglio.