Catanzaro: il 21 aprile laurea ‘honoris causa’ a card. Bertone

L’intera comunita’ diocesana di Catanzaro-Squillace attende la venuta del Segretario di Stato Vaticano, card. Tarcisio Bertone, che sara’ nel capoluogo di regione il 21 e il 22 aprile prossimo. Sabato 21 aprile, alle ore 17.00, nel teatro ”Politema” di Catanzaro, il Cardinale ricevera’ la laurea ”Honoris Causa” in Giurisprudenza da parte dell’Universita’ degli Studi ”Magna Graecia” di Catanzaro, durante il convegno promosso dall’arcidiocesi metropolitana di Catanzaro-Squillace e dall’universita’ sul tema: ”Quale futuro per l’Europa? Un percorso di fronte alle ”res novae”, tra etica, economia e politica”. Un convegno di alto spessore culturale, moderato dal giornalista Rai e vaticanista, Enzo Romeo, che sara’ introdotto dai saluti dal Governatore della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, dal presidente del Consiglio Regionale, Francesco Talarico, e dalla presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro. Interverranno l’Arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Vincenzo Bertolone, e l’onorevole Gianni Pittella, primo vicepresidente del Parlamento Europeo. Seguira’ subito dopo l’atto accademico, presieduto dal Rettore magnifico dell’Universita’ di Catanzaro, prof. Aldo Quattrone, che presentera’ l’evento con la ”laudatio” del prof. Andrea Errera, ordinario di Storia del diritto medievale e moderno. Dopo la ”lectio magistralis” che il Cardinale Bertone dettera’ ai presenti, sara’ lo stesso Rettore Quattrone a consegnare al Segretario di Stato Vaticano la laurea ”Honoris Causa”. La serata celebrativa sara’ anche animata dall’orchestra sinfonica ”F.Torrefranca”. Domenica 22 aprile, al mattino, nella cappella del palazzo arcivescovile, il Cardinale Bertone recitera’ le lodi assieme all’Arcivescovo Bertolone e alla comunita’ Salesiana di Soverato, sua congregazione d’origine. Poi nella Chiesa Cattedrale, alle ore 10.30, presiedera’ la solenne concelebrazione eucaristica. Il parroco don Francesco Isabello da giorni sta predisponendo la chiesa cattedrale per accogliere il Cardinale assieme a tutti i concelebranti e le autorita’, adoperandosi per quella necessaria affluenza di fedeli che la circostanza richiede.