Catanzaro: evaso dall’ospedale il capo di una comunità nomade

Celestino Abbruzzese, 65enne, elemento di primo piano della comunita’ nomade della Sibaritide, e’ scappato dall’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, dove si trovava per ragioni di salute. L’uomo era passato dal regime di 41bis agli arresti domiciliari e infine al ricovero in ospedale. E’ ritenuto responsabile di un caso di lupara bianca riguardante Antonio Acquesta ed e’ gia’ stato condannato per associazione mafiosa. Ha scontato fino ad oggi otto anni di carcere. I familiari, nel momento in cui gli hanno fatto visita, hanno constatato la sparizione e, appresa la notizia, hanno denunciato la scomparsa. Agli investigatori hanno detto di non sapere il perche’ del gesto.