Catania. Fissata per il 9 maggio l’udienza preliminare per Raffaele Lombardo e il fratello Angelo

Fissata per il 9 maggio l’udienza preliminare per decidere sul rinvio a giudizio del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, e di suo fratello Angelo, deputato nazionale Mpa, per concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio aggravato. Il fascicolo è stato affidato al Gip del Tribunale di Catania Marina Rizza, dopo che un altro Gip aveva rigettato la richiesta di archiviazione presentata dalla Procura e aveva disposto l’imputazione coatta dei fratelli Lombardo.

La richiesta di rinvio a giudizio per concorso esterno all’associazione mafiosa e voto di scambio era stata avanzata dalla Procura dopo la decisione del Gip Luigi Barone di non accogliere l’archiviazione proposta dalla Procura per i fratelli Lombardo e di disporre l’imputazione coatta per i due esponenti politici.

L’inchiesta e’ uno stralcio dell’operazione Iblis, il nome del Diavolo in arabo, scattata il 3 novembre del 2010 con decine di arresti tra esponenti di spicco della mafia di Catania, imprenditori e uomini politici.