Caltanissetta. Donna anziana uccisa in casa, giallo sul movente

È un vero e proprio giallo l’omicidio di un’anziana di 73 anni, Maria Lo Vetere, pensionata e vedova da 15 anni. Trovata morta ieri all’ora di pranzo nella villetta in cui viveva al civico 4 di via Berlino, alla periferia di Santa Caterina Villarmosa, un piccolo centro a 25 chilometri da Caltanissetta. Il delitto potrebbe essere legato ad un misterioso raid vandalico compiuto ieri notte all’interno dell’ex scuola elementare che oramai da due anni ospita il Municipio caterinese, distante appena venti metri dalla villetta in cui è stata assassinata la donna.
Il Palazzo di città sito nella piazza principale del paese è infatti chiuso per un’ampia ristrutturazione e tutti gli uffici erano stati trasferiti nella via Berlino, in attesa del completamento dei lavori.Qualcuno ieri notte si è introdotto in quei locali, sollevando la serranda al piano terra dell’Anagrafe, e una volta all’interno si è scatenato.
Una dozzina gli uffici vandalizzati, con computer sfasciati e documenti scaraventati a terra, compresa la stanza del sindaco Antonio Fiaccato, che è al termine del suo secondo mandato amministrativo e da maggio non sarà più il primo cittadino. Una delle ipotesi è che la pensionata abbia sentito o visto i teppisti che hanno effettuato il raid nel vicino Municipio ed è stata quindi eliminata perché era diventata una testimone pericolosa. Oppure non c’è alcun legame tra i due fatti, e Maria Lo Vetere è stata uccisa per tutt’altro motivo, quale potrebbe essere una rapina.
Quello che è noto è come la pensionata sia stata uccisa: una botta alla testa, inferta con un corpo contundente. A scoprire il cadavere è stato il figlio Giuseppe Interbartolo che era andato nella villetta della madre per prendere una bottiglia d’olio. L’anziana era esanime, nel pavimento della cucina. Il figlio ha trovato una porta finestra del retro aperta e la tenda dell’ingresso lacerata. Al piano di sopra, nella camera da letto della donna, c’erano i segni di chi aveva rovistato nei cassetti e nell’armadio in cerca di qualcosa di prezioso. Ma secondo le prime informazioni non sarebbe stato portato via nulla.