Caltagirone: mercoledì 18 si terrà la cerimonia di collocazione della scultura di Raffaele Boselli

Si terrà mercoledì 18 aprile, alle 12, alla presenza del sindaco Francesco Pignataro, del vicesindaco Alessandra Foti e dell’autore, la cerimonia di collocazione – sulla prima rampa al centro della scalinata del Palazzo dell’Aquila – di “Caltagirone regina dei Monti Erei”, la scultura in terra refrattaria di Raffaele Boselli, alias Pisello, donata dall’artista alla città e raffigurante una bellezza greca classica (una donna), che presenta al mondo Caltagirone, simboleggiata dallo stemma civico e da uno scorcio del centro storico. L’opera, lunga un metro, larga 65 centimetri e alta 85 centimetri, si regge su un basamento in marmo (alto 85 centimetri), donato da Francesco Di Nora.

Boselli, nativo di Caltagirone, ma da 50 anni residente nel Bergamasco, ha sempre mantenuto forti legami con la sua cittadina d’origine e si è già reso protagonista di altre, apprezzate opere donate a Caltagirone, come la scultura “Mortus erat et revixit” (1986, adesso a Palazzo ceramico) e le quattro colonne “Acqua, terra, fuoco e aria” collocate nel 2008 in piazza Bellini.

“Amo profondamente Caltagirone – sottolinea il prof. Boselli – e spero di poter lasciare ancora altri segni della mia vena artistica e dell’indissolubile  legame con la mia città natale”.

Apprezzamenti all’artista giungono dal sindaco Pignataro e dal vicesindaco Foti.