Caltagirone: inaugurata la Casa del Teatro nel quartiere Semini

La soddisfazione degli abitanti del quartiere è tutta nelle parole di Filippo Manuello, 11 anni, che tre anni fa, con una lettera, aveva chiesto al sindaco “spazi per giocare e divertirsi” e che sabato pomeriggio è stato chiamato a tagliare il nastro dell’inaugurazione del Casa del teatro, costruita ai Semini, nel luogo che ospitò il macello e che era stato al centro di polemiche per il puzzo che ne fuoriusciva. “Sono contento – ha detto Filippo – perché prima questo spazio era brutto e non curato, adesso è invece bello e pulito”.
“Abbiamo mantenuto fede agli impegni” – ha detto Pignataro – realizzando anche una grande piazza per la gente del quartiere”. Grande folla (pure i bambini del III circolo didattico, che ha un plesso nella zona) per l’inaugurazione della nuova struttura. Con interventi per circa 2 milioni di euro, effettuati in più tranche, si è restituito alla zona un immobile di sicura utilità, destinato alla fruizione da parte delle associazioni che operano nel panorama teatrale – e culturale in genere – della città. Un primo “assaggio” è stato l’apprezzato spettacolo dei “Little Seed”, il gruppo del circolo Anspi San Vincenzo de’ Paoli.
Prima la benedizione del parroco Carmelo Scacco (che ha sottolineato “l’utilità della struttura per concorrere alla crescita sociale, culturale e spirituale”) e gli interventi del sindaco, del vicesindaco Alessandra Foti (sugli altri finanziamenti ottenuti per dotare la casa del teatro di ulteriori servizi), dell’assessore all’Urbanistica Domenico Palazzo e del presidente del Consiglio comunale Fortunato Parisi, tutti nel segno delle positive ricadute dell’opera sul quartiere.