Caltagirone: ecco i primi 5 progetti “Giovani idee” finanziati col microcredito

Martedì 17 aprile, alle 17, nella sede della fondazione Microcredito e Sviluppo, in via San Giovanni Bosco 36, alla presenza di Riccardo Milano, tra i fondatori di “Banca Etica” e componente del Cda della fondazione San Zeno di Verona, ente finanziatore dell’iniziativa, saranno presentati i primi progetti “Giovani idee” ammessi a finanziamento (con somme fra gli 8 e i 15mila euro) dalla fondazione Microcredito e Sviluppo in partenariato con il Comune di Caltagirone. Interverranno il presidente della fondazione e sindaco di Caltagirone, Francesco Pignataro, l’assessore alle Attività produttive e vicesindaco Alessandra Foti e il direttore della fondazione, Sheila Scerba.

Si tratta di prestiti a tasso d’interesse agevolato a chi non potrebbe permettersi di fornire le garanzie ordinariamente richieste da una banca. Con l’iniziativa si offrono opportunità di lavoro a 15 giovani tra i 18 e i 35 anni, residenti in uno dei 15 comuni del Calatino – Sud Simeto, che vogliano avviare una piccola attività d’impresa per sviluppare l’economia locale con il lavoro e la creatività.

“E’ uno strumento per dare un sostegno alle micro-imprese – spiega Pignataro -, per valorizzare le nostre comunità e le loro risorse umane e professionali”.

Questi i cinque i progetti ritenuti maturi e finanziati: studio professionale di consulenza fiscale a Grammichele, libreria specializzata, negozio di generi alimentari con prodotti locali a km 0, laboratorio ceramico a vista, laboratorio specializzato di stampa su supporto ceramico e metallo o vetro, tutti a Caltagirone.

“In fase di valutazione ed elaborazione – informa Scerba – ulteriori progetti quali una ludoteca a San Michele di Ganzaria ed un portale web al servizio delle aziende locali”.