Calabria, evade il fisco per oltre 3 milioni di euro. Imprenditore in manette

Un imprenditore di Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC), titolare di un’impresa operante nel settore dell’edilizia, aveva omesso di presentare le dichiarazioni fiscali per gli anni 2005 e 2006. La ditta, risultata essere “sconosciuta” al Fisco. E’ stato accertato, infatti, che l’imprenditore non ha mai dichiarato alcun reddito pur avendo movimentato ingenti quantita’ di denaro. Per questo, il gip del tribunale di Palmi Paolo Ramondino, accogliendo la richiesta avanzata dal pm Antonio D’Amato, ha disposto l’arresto ai domiciliari per l’uomo. Nel corso delle indagini e’ stata verificata un’evasione per oltre 500 mila euro per l’anno 2005 e per quasi 3 milioni di euro nel 2006. Interpellando i vari clienti è stato possibile ricostruire il giro d’affari, poiche’ il titolare della ditta aveva fatto perdere le tracce di tutta la documentazione contabile e aziendale. In coerenza con la profonda crisi economica che attraversa l’intero Paese,  la Guardia di finanza si pone l’obiettivo di attuare una corretta quanto efficiente tutela delle entrate nelle casse dell’Erario, tramite una sempre piu’ penetrante ed incisiva lotta al fenomeno dell’evasione fiscale e al contrasto di tutti coloro che evadendo sottraggono risorse importanti alla societa’ civile danneggiando tutti i contribuenti onesti.